Ristorante Kosher a Roma

Via del Portico D’Ottavia, 65 (Ghetto ebraico di Roma)

+39 06/68801607

Le principali regole della Cucina Kosher

aprile 26, 2018

Le principali regole della Cucina Kosher

L’origine della cucina ebraica è persiana ed è il risultato di un insieme di influenze, ad esempio, con la cucina indiana, araba, dei Paesi Mediterranei. La cucina ebraica, inoltre, durante i secoli ha anche assimilato le tradizioni culinarie dei luoghi dove gli ebrei si sono stabilizzati.
Quello che caratterizza la cucina ebraica kosher è che vengono seguite e rispettate le norme che sono riportate nella Kasherut. Queste regole alimentari sono definite nella Torah, interpretate dall’esegesi del Talmud e codificate nello Shulchan Aruk. Qui sono indicati tutti gli alimenti che sono permessi e quali sono vietati, e le istruzioni su come preparare le ricette. Dunque tutto il cibo che è indicato come kosher è adatto alla consumazione.

Tra le diverse regole che riguardano la cucina kosher ci sono:

  • Si possono consumare solamente animali che hanno lo zoccolo fesso e che sono ruminanti.
  • Dell’animale non si possono mangiare i tendini, e alcune parti di grasso.
  • L’animale per essere consumato deve essere privo di sangue.
  • La macellazione degli animali, detta anche Shechitah, viene descritta nella Torah stessa, quindi deve essere eseguita seguendo delle regole specifiche come, ad esempio, dell’uccisione dell’animale se ne deve occupare esclusivamente un macellaio ebreo religioso che sia in possesso della licenza; inoltre l’animale nell’uccisione non deve patire nessuna sofferenza, e il dissanguamento deve avvenire in maniera precisa e veloce.
  • Non si possono macellare animali malati o che presentano difetti fisici.
  • Nello stesso piatto non possono essere mischiati la carne con i latticini.
  • Sono proibiti tutti i pesci che non hanno pinne e squame.
  • Sono ammessi i volatili come le oche, i polli, le anatre, e i tacchini.
  • Nelle materie prime non devono essere presenti insetti o bachi e, quindi, è indispensabile l’utilizzo di pesticidi.

Questa è solo una parte delle regole che ci fanno comunque comprendere come la cucina ebraica sia influenzata da dettami religiosi.

Tra l’altro viene osservato lo Shabbàt che come viene riportato nel quarto comandamento “Ricorda (zachòr) lo Shabbàt per santificarlo…poiché il Signore ha creato il mondo in sei giorni e al settimo si riposò” (Esodo 20, 8). In questo modo gli ebrei rispettando lo Shabbàt rinnovano la loro fede al Signore come Creatore dell’Universo. E’ un giorno che viene dedicato interamente alla vita spirituale, si serve Dio con la Torà e le mitzvòt. Ma Shabbàt sta anche a indicare che viene servito del buon cibo. Viene nutrito sia lo spirito che il corpo con dell’ottimo cibo e bevande.
In questo giorno tra le tante attività proibite c’è anche quella di cuocere, impastare, salare, quindi, tutti i cibi vanno preparati in anticipo. Naturalmente c’è un vasto ricettario e un menù tipico che devono essere rispettati. Tutto il cibo viene servito a tavola contemporaneamente, e si può iniziare a mangiare solo dopo che viene benedetto il vino recitando il kiddush. In pratica si consumano tre pasti che sono la cena del venerdì, il pranzo del sabato e la merenda del sabato.
Nel ristorante di cucina kosher “La Reginella” possiamo trovare un menù che rispetta le usanze. Quindi si possono consumare sia piatti del passato che reinterpretazione di piatti tradizionali come la carbonara dove naturalmente non si troverà la carne mischiata con il latte.

Cucina Kosher
About Ristorante La Reginella Kosher
La Reginella d’Italia Kosher è un ristorante di cucina giudaico-romanesca nel cuore del Ghetto ebarico di Roma dove poter gustare piatti tipici della cucina Kosher in una splendida location.
SWITCH THE LANGUAGE

PRENOTA UN TAVOLO

Puoi chiamarci al +39 06/68801607 oppure compila la seguente contact form e ti risponderemo al più presto!