Ristorante Kosher a Roma

Via del Portico D’Ottavia, 65 (Ghetto ebraico di Roma)

+39 06/68801607

Il Ghetto ebraico di Roma: tra arte, storia e tradizione culinaria

settembre 7, 2018

Il Ghetto ebraico di Roma: tra arte, storia e tradizione culinaria

Il Ghetto Ebraico venne istituito nel 1555 per volere di Papa Pio IV e divenne con il tempo fulcro della comunità ebraica. Esso era costituito da poche vie comprese tra Piazza Giudea, i resti del portico di Ottavia e la riva del Tevere all’interno dell’isola Tiberina.
Fin dall’inizio il ghetto venne istituito e pensato come “serraglio degli ebrei”, infatti la loro vita all’interno di esso fu dura, poiché solamente durante le ore diurne essi potevano lasciare il ghetto per dedicarsi ad altre attività, anche se pur essendo al di fuori di esso erano comunque limitati, in quanto non potevano possedere immobili di loro proprietà o partecipare alla vita commerciale poiché venivano considerati una razza inferiore, per questo motivo all’esterno del ghetto furono costretti ad indossare una toga per essere contraddistinti dai cristiani.

Cosa visitare nel ghetto ebraico.

  • La Sinagoga
  • Il Portico d’Ottavia
  • Chiesa di S.Angelo in Pescheria

La Sinagoga di Roma

La Sinagoga fu costruita fra il 1901 e il 1904, furono edificati due edifici di essa, la prima struttura venne edificata tra il Campidoglio e il Gianicolo, come simbolo di libertà Romana; la seconda, invece, venne edificata con l’intento di essere visibile a tutti; proprio per questo motivo venne realizzata una grande e possente struttura che occupa il perimetro circostante, infatti essa può essere ammirata da ogni punto panoramico della città per la sua imponenza.
Essa rappresenta per gli ebrei sia un luogo di preghiera, sia un riferimento culturale.
Si divide in due zone, la grande e la piccola Sinagoga. La grande Sinagoga si trova al piano terra, ed è caratterizzata da un ampio perimetro con due navate laterali, mentre la piccola sinagoga si trova sotto terra e viene utilizzata come museo ebraico.

Il Portico d’Ottavia

Il portico di Ottavia venne edificato dall’imperatore Augusto in nome della sorella Ottavia presumibilmente tra il 33 e il 23 a.C., per sostituire il Portico di Metello già esistente, con l’intento di separare il tempio di Giunone Regina e Giove Statore. Fin dall’antico Medioevo fu costruito sulle sue rovine il mercato del pesce, chiamato anche “Forum Piscium”. Infatti oggi la zuppa di pesce è diventato uno dei piatti tipici della cucina ebraica.
Si può notare inoltre che incastonata nel grosso arco di ingresso del Portico, lo zio del papa Adriano I Colonna edificò una chiesa che prese il nome di Sant’Angelo in Pescheria, proprio per la vicinanza al mercato.

Tradizioni culinarie ebraiche

Fin dall’antichità la cultura romana e greca versano le loro radici nell’arte culinaria, dando vita alla cucina giudaico-romanesca. Tra i piatti della tradizione possiamo assaporare i carciofi alla giudia e il brodo di pesce (entrambi piatti tipici). La tradizione del brodo di pesce risale alla vicinanza del ghetto al mercato del pesce, in quanto gli scarti venivano accatastati nelle vicinanze del teatro Marcello e al porto di Ripa Grande, raccolti dalle donne ebree e immersi nell’acqua calda, poiché era l’unico modo per cucinarli. Con l’imposizione delle leggi suntuarie emesse nel 1661, gli ebrei furono costretti a non consumare cibi “di lusso”, per cui da questa legge nacque quindi un altro piatto tipico, gli aliciotti con l’indivia, un tortino che preparavano unicamente con pesce azzurro, ad esempio, sardine e acciughe. Questo excursus nel mondo culinario ebraico-romano non si può concludere non parlando dei dolci. Il più famoso della tradizione è il tortolicchio, un dolce a base di mandorle, mentre il dolce più antico della cucina giudaico-romanesca è la nocchiata,un torrone alla nocciola,mandorle e noci, fritte nel miele. Se dunque avrai piacere di provare le pietanze di un ristorante al Ghetto di Roma, sarai il benvenuto a La Reginella!

Cucina Kosher, Storia
About Ristorante La Reginella Kosher
La Reginella d’Italia Kosher è un ristorante di cucina giudaico-romanesca nel cuore del Ghetto ebarico di Roma dove poter gustare piatti tipici della cucina Kosher in una splendida location.
SWITCH THE LANGUAGE

PRENOTA UN TAVOLO

Puoi chiamarci al +39 06/68801607 oppure compila la seguente contact form e ti risponderemo al più presto!